CURIOSITY KILLED THE CAT, BUT NOT THE GUIDE

Alzi la mano la guida non curiosa! Com’è noto, la frase idiomatica inglese originale recita “Curiosity killed the cat”, la curiosità uccise il gatto. Nel significato acquisito nel corso dei secoli, tale espressione è diventata un vero e proprio monito a non essere troppo impiccioni o curiosi per non avere guai, in pratica un invito piuttosto esplicito a farsi i fatti propri. Pare che l’origine risalga addirittura a Shakespeare che nella sua commedia del 1598 Much Ado About nothing, da noi conosciuta con il titolo Tanto rumore per nulla, si era servito della frase “care killed the cat”, intendendo che ad uccidere il gatto sarebbe stato il dispiacere, la preoccupazione. Molti di voi ricorderanno un gruppo pop inglese, molto in voga negli anni ‘80, che aveva scelto di chiamarsi con lo stesso nome. Noi ci siamo permessi di reinterpretare l’avvertimento, personalizzandolo per voi, partendo dall’evidenza che una guida turistica degna di portare tale nome, curiosa lo deve essere, eccome! Resta facoltativo essere anche simpaticamente impiccioni… assumendosi tutti i rischi del caso. Per soddisfare la vostra curiosità, che abbiamo appurato essere una qualità imprescindibile per una guida turistica e certamente non un difetto, abbiamo pensato di offrirvi, tra gli strumenti a disposizione nel nostro blog, ben due sezioni dedicate: “Speaker’s Corner” e “Che scoperta”!  Iniziamo a presentarvi “SPEAKER’S CORNER”, la sezione il cui titolo già tradisce contenuti di respiro internazionale. E’ un dato di fatto che una buona parte delle guide italiane eserciti la propria professione in una o più lingue straniere, da quelle più comuni a quelle particolari. Spesso i turisti provenienti dall’estero hanno la comodità di poter seguire le spiegazioni nella propria lingua madre. Ma i contenuti saranno ancora più apprezzati se la guida sarà in grado di dimostrare che, oltre all’idioma, conosce anche la cultura, gli usi, i costumi e, perché no, qualche fatto curioso legato al paese d’origine dei propri ospiti. Lo “Speaker’s Corner” vuole essere un contenitore di curiosità relative alle diverse culture.  E affinché il testo diventi anche l’occasione per esercitare o addirittura approfondire le proprie conoscenze linguistiche, le curiosità verranno presentate nella lingua relativa al Paese di cui si parla. Sarà un divertente giro del mondo, alla scoperta di aneddoti particolari, grazie ai quali potrete arricchire ulteriormente i vostri racconti, sorprendendo il vostro interlocutore. I testi in lingua degli argomenti appositamente selezionati per voi verranno prodotti da docenti rigorosamente madrelingua.
Accanto alla sezione in lingua straniera abbiamo sviluppato una sezione analoga in lingua italiana dal titolo “CHE SCOPERTA!”.  Anche in questo caso i contenuti riguarderanno curiosità che ciascuno di voi potrà sfruttare per rendere ancora più accattivanti le proprie narrazioni. In questa sezione verranno trattati temi legati al nostro Paese, alla cultura e alle città italiane. Vi forniremo statistiche e confronti tra le diverse realtà locali, incrociando o producendo dati non direttamente reperibili. Non mancheranno i testi a tema, a seconda del periodo dell’anno e delle ricorrenze.  Il nostro desiderio è quello di fornirvi informazioni utili e interessanti che non conoscevate o che magari vi eravate semplicemente dimenticati di sapere.
Periodicamente provvederemo alla pubblicazione di nuove curiosità in entrambe le sezioni, mantenendo le precedenti sempre disponibili per la lettura.
Quindi, se la curiosità vi appartiene, questo blog fa proprio per voi!

Leave A Comment